CittàOggi aderisce all'
Politica e Istituzioni
Turbigo, I Sindaci manifestano la loro contrarietà alla terza pista di Malpensa

10 Luglio 2013

I Sindaci manifestano la loro contrarietà alla terza pista di Malpensa

Turbigo I Sindaci di Turbigo, Castano Primo, Nosate, Robecchetto con Induno e Vanzaghello, continuano a perorare la causa contro la terza pista di Malpensa.
Dopo aver incontrato il Dott. Giorgio Scivoletto, Direttore Generale Asl MI1, a cui è stato anche richiesto un incontro congiunto con i vertici di Asl Varese per una visione a 360° sul territorio, lo scorso lunedì 1 luglio i Sindaci, insieme agli assessori delegati all’Ambiente, hanno incontrato il Sottosegretario all’Ambiente, On. Marco Flavio Cirillo, per evidenziare le problematiche e le criticità del nuovo Master Plan Aeroportuale di Malpensa.
I punti cardine su cui si è focalizzato l’incontro, tenutosi a Turbigo, hanno riguardato la procedura anomala come più volte evidenziato già nel passato dai Comuni coinvolti, che hanno sottolineato come il Master Plan sia nei fatti un atto di Pianificazione territoriale e non sia possibile ampliare un aeroporto di 437 ettari, aumentando il traffico da 18 a 50 milioni di passeggeri, costruendo una terza pista e 200mila metri quadrati di capannoni senza passare per una procedura V.A.S.. Inoltre, i dati presentati da SEA sono sovrastimati: attualmente l’aeroporto di Malpensa sta lavorando al 50% delle proprie potenzialità e non c’è nessuna necessità di prevedere un ulteriore ampliamento dell’aeroporto. Ma soprattutto, occorre considerare l’impatto sulla popolazione, sia per quanto concerne la salute che il rumore, così come il danno ambientale con la distruzione della brughiera e della fauna in un’area di interesse comunitario.
Questione che sono state elencate nero su bianco, in una nota consegnata direttamente al Sottosegretario di Stato, che ha dimostrato la propria disponibilità facendo un sopralluogo personalmente sul territorio di Turbigo e nel parco di via Gaggio.
Riflessioni e preoccupazioni che sono state presentate anche lunedì 8 luglio, sempre nel Comune di Turbigo, in un secondo tavolo di lavoro, all’europarlamentare On. Carlo Fidanza, membro della Commissione Trasporti nel Parlamento Europeo, che ha discusso coi Sindaci le varie criticità del progetto terza pista anch’egli venendo personalmente sul territorio.
“Dopo esserci attivati con assemblee pubbliche rivolte alla popolazione, con la raccolta di osservazioni inviate più volte al Ministero, le nostre Amministrazioni – spiegano i Sindaci - continuano ad impegnarsi affinché venga ascoltata la voce dei nostri paesi. Continueremo a lavorare nel nostro ruolo di Istituzioni per spiegare i perché delle nostre contrarietà a questo progetto”.
Dopo la sospensione della procedura di approvazione del progetto terza pista al Ministero dell’Ambiente a Roma, i Sindaci uniti si stanno prodigando contattando tutti gli enti e autorità coinvolti per far sì che alla fine di questo periodo di sospensione il parere del Ministero sia negativo, segnando così una battuta di arresto a questo progetto.
I Sindaci sono convinti che solo una seria politica di efficientamento dell’aeroporto e non un suo ampliamento indiscriminato sia la vera strada utile e percorribile per riportare passeggeri nello scalo di Malpensa e salvaguardare i posti di lavoro.



CittàOggiWeb






Altri articoli da Turbigo
10 Luglio 2013 - Turbigo
27 Giugno 2013 - Turbigo
Loading
Notizie in Rete
Annunci personali




La tua area riservata

Registrati gratis - Recupera i tuoi dati persi

Inserisci la tua Username >
Inserisci la tua Password ›



Focus


Ricevi CittàOggi - Pubblicità - Scrivi alla redazione - Lavora con noi

Guarda le VideoNotizie

Tutti i video